La rivoluzione è qui e risponde al nome di Intelligent Automation

L’Intelligent Automation è una realtà che cresce giorno dopo giorno, e con ogni probabilità i tuoi concorrenti ne stanno già traendo vantaggio.

L’automazione intelligente è una rivoluzione in corso, volta a riunire le tecnologie di Business Process Management (BPM), RPA (Robotic Process Automation) e intelligenza artificiale (IA). Si tratta di un’opportunità straordinaria, che però richiede uno sforzo mastodontico per individuare le giuste applicazioni di strumenti tanto potenti. In questo blog ti aiutiamo a scoprire quali sono le possibilità a disposizione e cosa devono fare le aziende per competere e prosperare.

Che cos’è l’Intelligent Automation?

Secondo gli addetti ai lavori, l’Intelligent Automation non è altro che una combinazione di intelligenza artificiale e automazione applicate ai processi aziendali e all’automazione delle attività, che pian piano sta trovando applicazione in molti processi aziendali ripetitivi in quasi tutti i settori dell’economia. Elaborazione automatizzata delle fatture, servizio clienti, gestione degli studi clinici e automazione del marketing sono tutti compiti ideali per l’Intelligent Automation, con molte soluzioni già disponibili per queste applicazioni.

Princeton Blue ha completato oltre 466 progetti nel contesto dell’Intelligent Automation. La nostra definizione, tuttavia, è leggermente più ampia: per noi l’automazione intelligente è una combinazione di almeno due delle seguenti tecnologie, ognuna con l’importanza che le spetta, allo scopo di migliorare l’esperienza del cliente e l’efficienza operativa:

Business Process Management (BPM): fusione di tecnologia e strutturazione, il BPM è il fulcro dell’Intelligent Automation, in quanto regola i processi dietro lo svolgimento dell’attività.

Sviluppo di applicazioni low-code: lo sviluppo di applicazioni low-code consente l’adozione rapida di software, permettendo agli sviluppatori di creare in poco tempo applicazioni aziendali modulari con un’esperienza utente ricca, moderna e mobile a costi minimi.

Robotic Process Automation (RPA): la RPA ha come obiettivo l’automazione di attività svolte dall’uomo, di carattere ripetitivo e dal volume elevato, attraverso l’impiego di forza lavoro digitale, una sorta di fedele esercito su larga scala composto da robot software istruiti a dovere, al fine di consentire all’uomo di concentrarsi su compiti che portano un maggior valore aggiunto.

Intelligenza artificiale (IA): la scienza e l’ingegneria dietro la realizzazione di macchine intelligenti. In generale, l’IA viene definita come una qualsiasi attività condotta da un programma o da una macchina che, se fosse svolta dall’uomo, richiederebbe l’uso dell’intelligenza. L’intelligenza artificiale trova sempre più applicazione nelle tecnologie aziendali per dare impulso alle attività.

Sebbene non si tratti di tecnologie nuove, ma anzi di invenzioni piuttosto mature, oggi stanno facendo passi da gigante, con un valore combinato esponenziale. In altre parole, la loro forza sta nel combinarle insieme.

La rivoluzione dell’Intelligent Automation

L’Intelligent Automation è sinonimo di trasformazione e rivoluzione. Alcuni esperti del settore prevedono che l’impatto complessivo dell’automazione intelligente sulle aziende potrebbe essere paragonabile a quello dell’ondata di pianificazione delle risorse d’impresa negli anni Novanta. Negli ultimi anni gli investimenti nelle tecnologie hanno registrato una notevole impennata e sempre più aziende stanno iniziando a sfruttare i vantaggi delle funzioni di Intelligent Automation partendo da tecnologie come il BPM, l’RPA o il low-code.

Secondo noi la rivoluzione non è in arrivo: è già qui. Molte imprese devono ancora comprendere l’impatto dell’Intelligent Automation sui processi quotidiani e l’importanza di sviluppare una strategia.

Potrebbero esserci processi che necessitano di essere automatizzati per poter restare competitivi oppure altri fattori che non sono stati presi in considerazione.

Per esempio, esistono molti processi monotoni e ripetitivi per l’uomo, come il copia-incolla di dati da documenti, l’inserimento di dati a sistema, caricare/scaricare file dai sistemi di gestione dei documenti e tanti altri ancora. Spesso si tratta di attività stancanti, che portano a commettere errori.

Con l’invecchiamento della forza lavoro e la costante diminuzione del numero dei giovani disposti a svolgere lavori manuali, in futuro sarà sempre più difficile trovare personale che possa svolgere queste attività. I robot software e l’intelligenza artificiale sono in grado di collaborare con gli umani per assisterli in queste attività o perfino sostituirli completamente, aumentando in modo significativo velocità e qualità.

Se l’RPA tradizionale risolve questi problemi automatizzando le attività di routine, l’Intelligent Automation ridefinisce completamente la semplificazione dei compiti ripetitivi e faticosi. Se poi si aggiunge il BPM, il risultato è una gestione delle eccezioni molto più solida, corredata da intervento umano nel caso in cui un robot commetta un errore. Il BPM, inoltre, apre le porte all’automazione dei processi dall’inizio alla fine, invece di limitarsi all’automazione delle attività ripetitive offerta dall’RPA. Aggiungendo anche l’intelligenza artificiale, si otterrà una forza lavoro digitale in grado di svolgere i propri compiti in maniera di gran lunga più intelligente, riducendo al minimo l’intervento dell’uomo.

Molte attività su larga scala che attingono o forniscono informazioni a più sistemi possono migliorare sensibilmente con l’applicazione di un sistema di processi automatizzati intelligente. In questo modo, il personale umano non deve più occuparsi di lavori cartacei di basso livello e della gestione dei dati, ma può concentrarsi su attività di maggior valore, che in fin dei conti sono più redditizie e soddisfacenti.

Casi d’uso dell’Intelligent Automation

Princeton Blue ha creato diverse soluzioni che mostrano in maniera efficace il potere dell’Intelligent Automation. Ecco alcuni esempi:

Intelligent Delinquency Prediction: sfrutta il machine learning e il BPM per cogliere i primi segnali di crisi finanziaria del debitore prima che il prestito ricada in sofferenza, consentendo così di adottare misure proattive per evitare un potenziale inadempimento. Scopri di più.

Automated Customer Service: unione di potenti tecnologie tra cui BPM, Case Management e low-code, insieme a RPA e intelligenza artificiale, per migliorare l’esperienza del cliente come mai prima. Scopri di più.

Automated Invoice Processing: sfrutta il potere dell’RPA e del BPM per usufruire dell’automazione dall’inizio alla fine, trasformando l’elaborazione delle fatture con l’automazione delle attività manuali grazie all’RPA e l’automazione del flusso di lavoro con il BPM. Scopri di più.

Automated Vendor Onboarding: un esempio perfetto di come la sinergia fra BPM e RPA consenta di apportare valore significativo a un’azienda, automatizzando le attività ripetitive e banali per l’uomo attraverso i processi di onboarding dei fornitori.  Scopri di più.

Intelligent Automation senza stress

È chiaro che oggigiorno le aziende devono almeno iniziare ad avvicinarsi alle strategie di Intelligent Automation. La sfida ora sta nell’individuare quali piattaforme possono offrire le funzionalità necessarie per raggiungere gli obiettivi aziendali e poi integrarle in un’unica offerta.

Princeton Blue, leader nell’Intelligent Automation, conosce a fondo queste tecnologie e possiede una vasta esperienza per aiutare i clienti a realizzare e implementare rapidamente le soluzioni. Il Princeton Blue Innovation Lab consente ai clienti di sfruttare i vantaggi di soluzioni precostituite per accelerare il loro percorso di trasformazione digitale usando le tecnologie di automazione intelligente.. Princeton Blue ha ottenuto riconoscimenti in questo campo in numerosi report di Forrester e Gartner.

Ci troviamo di fronte a una rivoluzione dove le tecnologie più potenti, lavorando all’unisono, sono in grado di semplificare in modo significativo le attività, migliorare la forza lavoro, aiutarti a competere a livello globale e aumentare i profitti. È giunto il mondo di scoprire di più su quest’opportunità e Princeton Blue non vede l’ora di essere il tuo consulente strategico e partner per l’adozione. Contattaci subito per saperne di più.

Amol Mategaonkar
Direttore generale, India
Princeton Blue

ISCRIVITI a APPIAN WEEKLY!