Sprint: innovazione più rapida con il low-code

Se 54,5 milioni di persone dipendono dalla tua tecnologia per sfruttare una connettività sempre disponibile e veloce come il vento, hai bisogno di un partner leader dell’innovazione: Appian.

In quanto primo operatore nazionale a testare, lanciare e commercializzare la tecnologia 4G, Sprint nutre grandi aspettative per il debutto della sua tecnologia per reti cellulari 5G. La trasformazione digitale si muove a una velocità impressionante. Perciò ora più che mai è fondamentale non restare indietro rispetto alle crescenti aspettative dei consumatori. Ma, tra sistemi obsoleti frammentati e dati suddivisi in compartimenti stagni, il progresso di Sprint era irto di ostacoli.

Al fine di incrementare efficienza e compliance, Sprint aveva bisogno di un modo migliore per semplificare le operazioni e unificare dati e processi in tutta l’azienda.

“Abbiamo un forte bisogno di automatizzare i processi. La piattaforma low-code ce lo consente, oltre a essere molto più rapida dei metodi di sviluppo tradizionali”.

– Kathy Eichholz, Responsabile dell’IT presso Sprint – Light Reading.

Sprint accelera l’innovazione con Appian

E qui entra in gioco la piattaforma per lo sviluppo di applicazioni low-code di Appian. Sprint l’ha scelta per implementare applicazioni utilizzate da oltre 10 000 utenti in tutte le aree operative, lungo la catena di fornitura e sul campo. In soli quattro anni hanno pubblicato 22 applicazioni, alcune delle quali con oltre 5000 processi complessi.

Ecco un breve elenco di alcune delle applicazioni implementate tramite il low-code di Appian:

Un servizio di alta qualità

Il tutto ha consentito di accelerare i processi, migliorare il servizio clienti e risparmiare il 40 % sul budget per l’IT. Inoltre l’approccio low-code di Sprint ha messo l’azienda in una posizione più favorevole per lo sfruttamento dell’intelligenza artificiale e della tecnologia di risposta vocale interattiva al fine di ottenere un livello di personalizzazione superiore nelle interazioni con il cliente.

In un settore in cui i margini di profitto oscillano in media tra l’1 e il 2 %, le aziende di telecomunicazioni in grado di distinguersi affronteranno meglio l’adozione delle tecnologie emergenti come il 5G, l’intelligenza artificiale e lo sviluppo low-code per creare nuovi flussi di entrate, rendere i clienti più felici e guadagnare valore per il cliente a lungo termine.

Per uno sguardo più approfondito sul miglioramento che la trasformazione digitale apporta ai risultati aziendali nel settore delle telecomunicazioni, leggi l’intervista con il CIO di Sprint, Scott Rice, nella rivista Business Chief.

Per saperne di più sulla collaborazione tra Sprint e Appian e il potere del low-code, visita il sito della rivista Gigabit.

ISCRIVITI a APPIAN WEEKLY!