Che cos’è la Robotic Process Automation (RPA) e perché dovrebbe interessarmi?

Uno dei temi più caldi degli ultimi tempi è la Robotic Process Automation (RPA). Basta una rapida ricerca su Google per rendersene conto.

Ma quindi, che cos’è l’RPA? E perché dovrebbe interessarti?

Queste domande sono alla base di un nuovo paper sull’RPA e sul perché sia così importante. Eccone un estratto:

L’RPA o, per chi non sopporta gli acronimi, Robotic Process Automation, è una tecnologia che automatizza attività ripetitive e basate su regole che vengono eseguite dall’uomo.

Per un contesto più onnicomprensivo, considera la definizione che Gartner, l’azienda di analisi del settore, ha dato del software RPA:

“Gli strumenti RPA sono progettati per imitare gli stessi percorsi "manuali" che l’essere umano segue all’interno di un’applicazione, tramite una combinazione di interazioni con l’interfaccia utente o sfruttando connettori che puntano a server dei clienti, mainframe o codice HTML. Uno strumento RPA funziona mappando un processo al proprio interno in modo che il "robot" software segua i percorsi virtuali tra le schermate e i diversi archivi di dati. Uno strumento RPA può essere attivato manualmente o automaticamente, spostare o importare dati tra destinazioni prestabilite, documentare audit trail, eseguire calcoli e attività e avviare le operazioni finali di un processo.”

Consideriamo, per esempio, la procedura di evasione di un semplice ordine che comprende diversi passaggi, come recuperare le informazioni riguardo alla merce da spedire, preparare l’ordine per la spedizione, generare la fattura, comunicare al cliente le informazioni di monitoraggio dell’ordine e così via.

Ora immaginiamo che per l’invio dell’ordine sia necessario che una persona acceda al sito di uno spedizioniere terzo ed esegua questi passaggi:

  1. Effettuare l’accesso al sistema di gestione degli ordini
  2. Cercare e aprire i dettagli dell’ordine
  3. Effettuare l’accesso al sito dello spedizioniere
  4. Copiare e incollare tutte le informazioni necessarie dal sistema di gestione degli ordini al sito dello spedizioniere
  5. Spedire l’ordine e copiarne il numero di riferimento dal sito dello spedizioniere al sistema di gestione degli ordini
  6. Contrassegnare l’ordine come inviato nel sistema di gestione degli ordini

Ecco un esempio di attività che è possibile automatizzare con l’RPA.

L’RPA somiglia a un dipendente digitale che lavora 24 ore al giorno, 7 giorni a settimana e 365 giorni all’anno e che segue gli stessi passaggi adottati dai dipendenti in carne e ossa. Questo tipo di attività ingombranti e ripetitive possono annebbiare la mente ed è particolarmente semplice commettere errori.

Gli esseri umani si stancano, gli occhi si appesantiscono, le tastiere si sporcano e le persone hanno bisogno di prendersi una pausa.

Ma i robot software dell’RPA no.

E come è possibile? Immagina un robot digitale che accede ai sistemi, usa l’interfaccia grafica utente, proprio come farebbe un essere umano, ma lo fa alla velocità della luce, senza commettere errori né aver bisogno di pause. Così, capirai meglio il funzionamento dei software RPA.

Ma in che cosa consiste il valore aggiunto dell’RPA?

  • In efficienza,
  • rapidità,
  • qualità,
  • risparmio sui costi
  • e produttività.

Usando l’RPA, le organizzazioni possono semplificare il lavoro, velocizzare la fornitura dei servizi e ottenere migliori risultati in meno tempo. Il tutto, lasciando liberi i propri dipendenti a tempo pieno di concentrarsi su attività con un valore aggiunto maggiore.

Vuoi saperne di più? Scarica l’ultimo whitepaper sull’RPA di Appian e scopri in che modo integrare l’RPA con le altre tecnologie per prendere una scorciatoia verso la trasformazione digitale.

RPA ed Enterprise Automation

Prittam Bagani

Director Product Strategy

Appian RPA con Blue Prism

ISCRIVITI a APPIAN WEEKLY!