Alimenta il tuo futuro digitale con i dati

Per dominare nel digitale le istituzioni finanziarie devono passare dai dati

La disponibilità di informazioni non è mai stata così elevata. Negli ultimi anni, il volume di dati rilevanti generati è cresciuto a livello esponenziale, al pari della potenza di elaborazione usata per eseguire operazioni su queste informazioni, memorizzandole. È stato calcolato che entro il 2020 verranno generati circa 1,7 megabyte di nuove informazioni al secondo per ciascun essere umano sulla Terra. Tuttavia, alcuni ricercatori sostengono che meno dello 0,5 % di questi dati verrà effettivamente analizzato e utilizzato. Al fine di sopravvivere e prosperare nel moderno ambiente competitivo, le aziende di servizi finanziari devono concentrarsi sempre di più sulla fidelizzazione della clientela esistente e ampliarla di continuo. Per riuscirci, devono poter fare affidamento su approfondimenti relativi alle tendenze della clientela e sui dati storici. Le istituzioni finanziarie hanno a disposizione un vero e proprio tesoro di dati, provenienti da un numero di fonti sempre più elevato che potrebbe non essere sempre ben organizzato o comprendere fonti terze o social media. Quando i dati sono sparpagliati tra più sistemi legacy, focalizzati per prodotto e in silos dispersi in azienda, applicare funzioni di analisi intelligente, predittiva o machine learning, per raccogliere approfondimenti utili può rivelarsi sempre più difficile. Se vogliono guadagnare un vantaggio competitivo sull’odierno mercato dinamico e digitale, le istituzioni finanziarie devono trasformarsi in organizzazioni incentrate sui dati.

Usa i dati per aumentare il valore dell’intero percorso del cliente

Le istituzioni finanziarie hanno ampie opportunità di usare i dati in modo più efficiente al fine di creare valore per i clienti e l’attività stessa. Per migliorare il percorso del cliente possono coltivare rapporti con la clientela e alimentarne la fiducia. I dati possono contribuire in diversi modi a coltivare questa fiducia, per esempio aiutando i clienti a prendere decisioni di acquisto e pagamento più intelligenti o istruendoli in materia di protezione dalle frodi. Le aziende di servizi finanziari, poi, possono sfruttare l’innovazione guidata dalla tecnologia e usare i dati per sostenere l’inclusione finanziaria, sviluppare servizi migliori e più convenienti e aumentare l’efficienza. Interpretando le innovazioni basate sui dati non solo come strategia di difesa contro la concorrenza tradizionale ed esterna al settore bancario, ma anche come strumento per migliorare l’engagement del cliente, le istituzioni finanziarie potranno poi raccogliere i frutti generati dagli approfondimenti sui clienti, traducendoli in un aumento delle entrate.

Ecco cinque strumenti tramite i quali le aziende che operano nel settore finanziario possono sfruttare i dati già in loro possesso per offrire più valore lungo il percorso del cliente:

  1. Consigli personalizzati:
    le istituzioni finanziarie possono sfruttare contenuti, dati e analytics per fornire ai clienti suggerimenti personalizzati e rilevanti sui prodotti in tempo reale. Il percorso del cliente deve essere sempre determinato dalla personalizzazione dei servizi finanziari, tramite l’offerta di contenuti mirati in tempo reale su tutte le piattaforme, in qualunque momento. La personalizzazione elevata è uno degli ingredienti di quel carburante di qualità che serve alle istituzioni finanziare per alimentare il proprio futuro digitale con offerte diversificate in grado di integrare le loro soluzioni nella vita dei consumatori.
  2. Assistenza clienti:
    i contact center sono tappe fondamentali lungo il percorso del cliente. Le istituzioni finanziarie devono sviluppare strategie basate sugli approfondimenti utili derivati dai dati dei clienti e dare agli operatori dei contact center la possibilità di fidelizzare la clientela mettendo a loro disposizione una panoramica sul cliente unica e integrata. L’innovazione guidata dalla tecnologia, come nel caso dell’analisi del sentimento alimentata dall’IA, può rivelarsi un potente strumento per favorire questo tipo di engagement personalizzato del cliente.
  3. Risk modeling:
    le istituzioni finanziarie possono sfruttare l’automazione dei processi per fornire assistenza nelle operazioni a livello di middle e back office, compreso lo sviluppo di modelli di rischio. Tramite una piattaforma integrata capace di connettere varie fonti di dati, le istituzioni finanziarie riescono a valutare la possibilità che si verifichino eventi sfavorevoli o imprevisti in grado di inficiare il loro operato, in modo da essere più preparate ad affrontare tali eventualità. I modelli di rischio possono essere usati per ridurre il rischio di credito, di mercato e operativo.
  4. Previsione e prevenzione delle frodi:
    la capacità di un’istituzione finanziaria di prevedere e prevenire le frodi anziché agire solo a fatto compiuto può garantire un notevole risparmio. Utilizzando i dati già a loro disposizione, le istituzioni finanziarie sono in grado di individuare schemi ripetuti nell’attività dei propri clienti e del settore in senso lato, in particolare per quel che riguarda minacce e vettori di attacco emergenti. In generale, dovrebbero farsi guidare dai dati, non dai risultati. Piuttosto che focalizzarsi sul risultato desiderato, come la riduzione delle frodi legate alle carte di credito, dovrebbero studiare il quadro che emerge dall’analisi dei dati.
  5. Valutazione del successo:
    le istituzioni finanziarie possono sfruttare i dati per comprendere in quali ambiti hanno successo e perché i risultati ottenuti a volte non sono altrettanto positivi. Una piattaforma centralizzata che consente di accedere a dati relativi a sistemi diversi sia in ordine cronologico sia in tempo reale garantisce una maggiore flessibilità nel misurare e presentare i risultati di programmi e prodotti.

Da segnare in agenda

Vai a Sydney? Allora ti aspettiamo al Sibos, all’ICC (International Convention Centre), dal 22 al 25 ottobre. Programma un incontro con i nostri responsabili dei servizi finanziari, visita il nostro stand (K-10) e mercoledì 24 ottobre non perderti la presentazione di Haider Hayat, VP, Data Propositions di Barclays alle 12:15 nel teatro all’aperto n. 2, al quarto piano del centro congressi.

Visita il centro risorse per i Financial Services di Appian per ulteriori informazioni sulla nostra piattaforma digitale low-code.
Un tuffo nel futuro

ISCRIVITI a APPIAN WEEKLY!