3 Segnali che potete ottenere di più dall’RPA

Molti di voi sono nuovi all’RPA, ma alcuni stanno già effettuando investimenti in questo senso. Se state già implementando l’RPA, state incontrando delle barriere? Se è così, non siete soli. Queste barriere sono probabilmente un segno che siete pronti ad ampliare il campo di applicazione dell’automazione.

Di seguito trovate tre scenari da considerare, oltre alle azioni da intraprendere per ottenere più valore dall’automazione.

Volete promuovere una maggiore automazione aziendale, ma vi imbattete continuamente in attività che non sono adatte all’RPA.

Questo è un chiaro segno che l’RPA potrebbe non essere sufficiente per raggiungere i vostri obiettivi di automazione. L’RPA è ottima per automatizzare compiti ad alto volume e basati su regole all’interno di processi aziendali stabili e maturi. Di conseguenza, l’RPA può soddisfare solo un sottoinsieme della maggior parte delle esigenze di automazione organizzativa.

  • E i compiti dinamici che cambiano spesso?
  • I processi a lungo termine che restano in sospeso per mesi?
  • I compiti che richiedono valutazioni umane?
  • Le attività che richiedono regole e decisioni complesse?

Tutti questi sono compiti che vanno bene per l’automazione, ma non rappresentano casi per il buon uso dell’RPA.

Cosa si può fare? È il momento di esplorare altre tecnologie, come il BPM, il case management e l’IA in combinazione con l’RPA. Queste vi aiuteranno ad automatizzare i processi aziendali dinamici, di lunga durata, e con esigenze complesse di gestione delle regole e delle decisioni.

Volete coordinare la forza lavoro digitale e quella umana.

Le nuove applicazioni aziendali dipenderanno dal coordinamento della forza lavoro digitale e quella umana, insieme all’IA. In molte delle odierne implementazioni RPA, le persone (per lo più in ambito IT) supervisionano e approvano i compiti eseguiti dai bot e devono gestire manualmente gli errori o le eccezioni che si verificano mentre i bot elaborano i compiti. Questo può portare a notevoli spese generali e a un basso ROI.

Le vostre nuove app richiederanno l’automazione abbinata all’intelligenza per identificare e assegnare i compiti alle persone solo in caso di eccezioni. I compiti possono essere associati a un tempo di completamento, riassegnati o classificati in base alla priorità, in modo da garantire che la collaborazione sia produttiva e che l’intero processo rimanga in linea con i tempi.

Cosa si può fare? Organizzare i workflow tra il vostro personale e la forza lavoro digitale. Utilizzare i bot in modo proporzionato senza creare inutili spese generali.

Volete che le iniziative di automazione abbiano un impatto sui vostri risultati di business.

L’RPA fornisce una soluzione per le imprese gravate dalle inefficienze e dalle sfide associate ai processi manuali. Tuttavia, non è il punto d’arrivo dell’automazione.

Secondo Gartner, le organizzazioni dovrebbero "identificare gli strumenti DigitalOps che sono strettamente allineati alla propria tabella di marcia per l’automazione. Valutare i diversi mercati tecnologici e creare un piano di investimento progressivo per fornire efficacemente contributi tattici e strategici di business".

Creare la giusta road map richiede un’analisi approfondita delle diverse tecnologie di automazione, nonché la comprensione di come esse lavorano insieme e dei loro specifici limiti. Non vi pentirete di aver cercato di capire come tecnologie come RPA, BPM, regole decisionali, IA e low-code possano combinarsi per creare ed eseguire una strategia globale di automazione aziendale.

Cosa si può fare? Costruire un Automation Center of Excellence (COE) che consideri come le principali tecnologie di automazione aziendale come RPA, BPM, regole decisionali, AI e low-code possono essere utilizzate insieme piuttosto che lavorare in isolamento.

La prossima settimana ci immergeremo nelle altre tecnologie di automazione qui discusse. Esaminerò come differiscono dall’RPA e come possono lavorare insieme in una perfetta armonia di automazione.

Per essere ancora più aggiornati su RPA e altre tecnologie di automazione, potete iscrivervi alla nostra serie di webinar per l’automazione low-code. Questi webinar live e on-demand entrano nel dettaglio dell’automazione e presentano relatori ospiti come il VP e Principal Analyst di Forrester, Rob Koplowitz.

ISCRIVITI a APPIAN WEEKLY!